Il coordinamento provinciale di Venezia e regionale del Veneto di Slai Cobas per il sindacato di classe,
prende posizione solidale ed esprime soddisfazione per la notizia diffusa da Slai Cobas di Pomigliano
Fiat Alfa Romeo e terziarizzate, per il forzato reintegro di Francesco Manna e Rosario Monda, da anni fuori
dalla fabbrica e senza salario nonostante ripetute sentenze della magistratura che ne imponevano la
"reintegra".
Nel comunicato Slai cobas di Pomigliano cita anche la politica fascista che Ŕ in atto, con la tenaglia
di cassa integrazione mirata e di licenziamenti selettivi, con l'appoggio clandestino dei sindacati
confederali, contro i lavoratori di Slai Cobas.
Questa politica Ŕ in atto anche a Porto Marghera in Fincantieri, e non solo, e vede in prima fila
coloro che dovrebbero invece essere i paladini della classe operaia.
Contro il moderno fascismo !
UnitÓ dal basso nella lotta e nell'autorganizzazione verso la costruzione del Sindacato di Classe !
UnitÓ operai studenti disoccupati !
20-10-2011