Si tenuta domenica scorsa un'altra partecipata assemblea del Cobas della Bommartini Autotrasporti in cui si sono delineate le iniziative necessarie alla svolta ulteriormente peggiorativa delle condizioni retributive e di condizioni di lavoro dei lavoratori autisti operai della azienda. Ora oltre un terzo dei lavoratori (su 120 dipendenti) ha inviato le diffide a Cgil-Cisl-Uil a non adottare e prendere alcuna decisione-accordo con la azienda nei propri confronti, iscrivendosi alla ns.O.S.
Nel frattempo si visto che Cgil-Cisl-Uil del settore non hanno alcuna intenzione di modificare l'assetto lesivo dei diritti fondamentali (retribuzione delle ore lavorate e condizioni di lavoro contenute nel tollerabile) rispetto ai lavoratori del settore, dato che il nuovo CCNL le cui intese sono state firmate il 10 e 17 dicembre da molte associazioni (ma non dalla FAI), ha visto solo un aumento retributivo scaglionato.
Ciononostante abbiamo dato l'adesione come FAO al nuovo CCNL come al precedente, per poter avere titolo a partecipare alle trattative aziendali. Rispetto a questo denunciamo il comportamento lesivo dell'art.28 da parte delle aziende Cte di Padova e Gugel di Pieve di Soligo.
Le defezioni che si sono avute in due marginali imprese negli ultimi mesi del 2010 nel ns.Sindacato non hanno sminuito la grande crescita che la FAO sta avendo nella regione Veneto, prodromo di un autentico Sindacato nazionale di classe degli Autisti Operai.
Dorigo Paolo
coordinatore nazionale FAO - Slai Cobas per il Sindacato di Classe