PER GIORNATA UNITARIA E NAZIONALE DI LOTTA


SE TOCCANO UNO TOCCANO TUTTI!
Gli operai licenziati devono rientrare

Eliminare gli "operai scomodi" nelle fabbriche, questa l'intenzione dei padroni! Dai licenziamenti "politici" alla Fiat di Melfi, agli ultimi 8 licenziamenti a Pomigliano, e in misura minore alla Fincantieri (fino ad ora), i padroni stanno cercando in tutti i modi di mettere fuori dalla fabbrica quegli operai che vogliono la sicurezza sul lavoro, come quel delegato delle Officine Pilenga di Bergamo che stato sospeso per tre giorni perch denunciava la mancanza di sicurezza nei reparti, operai che si battono seriamente per delle condizioni generali di lavoro dignitose e un salario degno di questo nome.

E non bastano nemmeno i morti sul lavoro, nemmeno la strage della ThyssenKrupp di Torino, mentre i dirigenti della Thyssen in un documento
segreto hanno il coraggio di dire che gli operai che per fortuna sono sopravvissuti e hanno denunciato in tanti modi le condizioni di lavoro, hanno fatto gli eroi in televisione !!! Non bastano a far cambiare idea ai padroni e al governo !
Non basta che il segretario generale della CGIL Epifani dica che anche colpa del sindacato, che deve tornare in fabbrica; purtroppo per gli operai i confederali in fabbrica ci sono gi !
Noi non dimentichiamo, i responsabili devono pagare !

Questi licenziamenti vogliono colpire il protagonismo degli operai; padroni e governo hanno paura che soprattutto nelle fabbriche nasca il sindacato di classe, l'unico in grado di garantire vere conquiste agli operai, per questo che vengono imbastite montature giudiziarie per colpire quelle organizzazioni sindacali come lo slai cobas per il sindacato di classe. necessario che il protagonismo degli operai che si esprime in tante occasioni sia messo in pratica per farla finita con questo sistema di sfruttamento.
Le contestazioni e le montature giudiziarie devono finire
necessaria una GIORNATA UNITARIA E NAZIONALE DI LOTTA per fare rientrare i licenziamenti politico sindacali, far cadere le montature giudiziarie, opporsi ad ogni repressione delle lotte operaie e sociali e delle organizzazioni dei lavoratori.

Slai Cobas per il sindacato di classe - Palermo